CODICE DEONTOLOGICO PSICOLOGI PDF

Lo psicologo utilizza metodi e tecniche salvaguardando tali principi, e rifiuta la sua collaborazione ad iniziative lesive degli stessi. Riconosce i limiti della propria competenza e usa, pertanto solo strumenti teorico — pratici per i quali ha acquisito adeguata competenza e, ove necessario, formale autorizzazione. Articolo 6 Lo psicologo accetta unicamente condizioni di lavoro che non compromettano la sua autonomia professionale ed il rispetto delle norme del presente codice, e, in assenza di tali condizioni, informa il proprio Ordine. Nella collaborazione con professionisti di altre discipline esercita la piena autonomia professionale nel rispetto delle altrui competenze.

Author:Grorisar Tojajin
Country:Sudan
Language:English (Spanish)
Genre:Art
Published (Last):12 April 2009
Pages:126
PDF File Size:12.8 Mb
ePub File Size:17.72 Mb
ISBN:822-8-18906-593-7
Downloads:35068
Price:Free* [*Free Regsitration Required]
Uploader:Kazrak



Con tale atto si sono trasformate delle regole deontologiche in norme giuridiche, la cui violazione comporta delle sanzioni. Quindi il codice deontologico ha due scopi: riconoscersi e farsi riconoscere. In questo scritto troverete il testo integrale accompagnato da un commento in corsivo su ogni singolo articolo della prima parte, i principi generali.

Lo psicologo utilizza metodi e tecniche salvaguardando tali principi, e rifiuta la sua collaborazione ad iniziative lesive degli stessi. Lo psicologo si accerta che i metodi e le tecniche utilizzati siano coerenti con i principi della psicologia e non si mette in contraddizione con essi. Uno psicologo adeguatamente formato professionalmente non dovrebbe essere colonizzato da istanze morali o ideologiche, in modo tanto totalizzante, da smarrire il respiro laico del proprio agire tecnico — professionale.

Riconosce i limiti della propria competenza e usa, pertanto solo strumenti teorico — pratici per i quali ha acquisito adeguata competenza e, ove necessario, formale autorizzazione. Articolo 6 Lo psicologo accetta unicamente condizioni di lavoro che non compromettano la sua autonomia professionale ed il rispetto delle norme del presente codice, e, in assenza di tali condizioni, informa il proprio Ordine. Nella collaborazione con professionisti di altre discipline esercita la piena autonomia professionale nel rispetto delle altrui competenze.

Tale principio si fonda sulla ferma condivisione che ogni atto professionale debba basarsi sul possesso di competenze specifiche, acquisite attraverso un altrettanto specifico ed appropriato iter formativo e mantenute ad un elevato livello di standard qualitativi, mediante una costante attenzione alla formazione ed alla corretta applicazione delle competenze maturate, in senso scientifico ed etico insieme.

Lo psicologo, su casi specifici, esprime valutazioni e giudizi professionali solo se fondati sulla conoscenza professionale diretta ovvero su una documentazione adeguata ed attendibile. La norma prevede che lo psicologo formuli interpretazioni sulla base di informazioni valide e attendibili, indicando dati e fonti, presentando il suo giudizio come ipotetico e pertanto non potendo escludere altre ipotesi interpretative.

Lo psicologo evita di esprimere giudizi su fatti e persone di cui non ha conoscenza professionale. Lo psicologo non deve violare il segreto professionale neanche in occasione di una testimonianza processuale art. Articolo 13 Nel caso di obbligo di referto o di obbligo di denuncia, lo psicologo limita allo stretto necessario il riferimento di quanto appreso in ragione del proprio rapporto professionale, ai fini della tutela psicologica del soggetto.

Il codice deontologico prescrive che le informazioni fornite siano strettamente collegate al tipo di utilizzazione prevista nel rapporto di collaborazione. Articolo 17 La segretezza delle comunicazioni deve essere protetta anche attraverso la custodia e il controllo di appunti, note, scritti o registrazioni di qualsiasi genere e sotto qualsiasi forma, che riguardino il rapporto professionale. Tale documentazione deve essere conservata per almeno i cinque anni successivi alla conclusione del rapporto professionale, fatto salvo quanto previsto da norme specifiche.

Sta allo psicologo valutare situazione per situazione come la riservatezza debba essere assicurata. Articolo tratto da : Il nuovo codice deontologico degli psicologi.

BINECUVANTARILE INVIERII GLAS 3 PDF

Codice deontologico

Lo psicologo utilizza metodi e tecniche salvaguardando tali principi, e rifiuta la sua collaborazione ad iniziative lesive degli stessi. Riconosce i limiti della propria competenza e usa, pertanto solo strumenti teorico — pratici per i quali ha acquisito adeguata competenza e, ove necessario, formale autorizzazione. Articolo 6 Lo psicologo accetta unicamente condizioni di lavoro che non compromettano la sua autonomia professionale ed il rispetto delle norme del presente codice, e, in assenza di tali condizioni, informa il proprio Ordine. Nella collaborazione con professionisti di altre discipline esercita la piena autonomia professionale nel rispetto delle altrui competenze. Lo psicologo, su casi specifici, esprime valutazioni e giudizi professionali solo se fondati sulla conoscenza professionale diretta ovvero su una documentazione adeguata ed attendibile.

ENTOURAGE 5TH EDITION A TRACING FILE AND COLOR SOURCEBOOK PDF

Codice deontologico psicologi

.

Related Articles